Botte a CasaPound, dissidenti nei guai

Due ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dalla procura spezzina nei confronti di uno spezzino di 31 anni e un milanese di 30 accusati di aver aggredito militanti di Casapound in un locale a Spezia nella primavera scorsa. Per i due è scattato l'obbligo di dimora. Il provvedimento è arrivato a conclusione di indagini condotte dalla Digos e coordinate dalla direzione centrale di polizia che ha coinvolto anche l'antiterrorismo. Furono 11 tra spezzini e milanesi ad aggredire i militanti di CasaPound ed altri avventori del locali, che riportarono lesioni gravi. Le indagini avevano portato nei mesi scorsi anche ad un arresto. I due destinatari delle misure cautelari sono considerati anello di congiunzione della cellula di dissidenti tra Milano e La Spezia. Secondo gli investigatori il gruppo, 'Dissidenti La Spezia', era ben organizzato, pronto a colpire con azioni dirette e violente. Il gruppo avrebbe preso parte ai disordini nel corso del G7 di Lucca "e si stavano preparando ad altre azioni".

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Genova 24
  2. Business Journal Liguria
  3. Genova Today
  4. RivieraPress
  5. Genova 24

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sestri Levante

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...